ICC Italia - Camera di Commercio Internazionale Sezione italiana
Home|Mappa del sito |Pubblicazioni

Home > News 2017


Entrato in vigore il WTO Trade Facilitation Agreement

containers Febbraio 2017 22 febbraio 2017 - Con l’annuncio odierno di 4 nuove adesioni da parte di Rwanda, Oman, Chad e Giordania, il WTO Trade Facilitation Agreement – superando la soglia necessaria dei due terzi dei Paesi membri della WTO – diviene parte ufficiale del sistema multilaterale degli scambi.
ICC accoglie con soddisfazione l'entrata in vigore dell’Accordo come un importante passo in avanti per il commercio mondiale, un "momento di svolta"... Continua a leggere

Impresa 4.0: le sfide della cybersecurity tra pubblico e privato

containers Febbraio 2017 - Approvato nel febbraio 2017, il nuovo Framework italiano per la cybersecurity mira ad accrescere i livelli di sicurezza delle reti internet e promuovere strategie di prevenzione del rischio cibernetico, anche grazie a una più stretta collaborazione tra settore pubblico e privato. In quest’ambito, si inserisce la Cyber Security Guide for business elaborata da ICC con la finalità di facilitare scambi e investimenti online mediante l’adozione di strategie di cybersecurity calibrate alle esigenze di ciascuna impresa. Continua a leggere

Trade Finance Principles

containers Febbraio 2017 - La Commissione Bancaria ICC ha pubblicato, in collaborazione con Wolfsberg Group e BAFT (Bankers Association for Finance and Trade), i Trade Finance Principles, che delineano gli standard per la gestione dei rischi associati ai crimini finanziari nelle attività di finanziamento al commercio internazionale. Continua a leggere

Rendicontazione non finanziaria: l’utilizzo più efficiente delle risorse per dare un nuovo impulso alla competitività delle imprese

planisfero foglie verdi Gennaio 2017 - È entrato in vigore il 25 gennaio 2017, per gli esercizi finanziari aventi inizio a partire dal 1° gennaio 2017, l’obbligo per le imprese di interesse pubblico e di grandi dimensioni di presentare una dichiarazione di carattere non finanziario sugli impatti sociali ed ambientali della propria azione. . ICC Italia ha accolto con favore il provvedimento, riconoscendo la necessità di un maggior coinvolgimento degli operatori economici per il raggiungimento dei più ampi obiettivi di sviluppo sostenibile, nonché di un adeguato sistema di incentivi e di strategie di Corporate Social Responsibility proattive,... Continua a leggere

Business e diritti umani: la sfida per le imprese italiane

persone intorno ad un planisfero dicembre 2016 - Con l’adozione dei Principi Guida su Impresa e Diritti Umani (2011), le Nazioni Unite hanno riconosciuto il contributo chiave del mondo del business per rafforzare la tutela dei diritti umani, specie nei mercati emergenti. Peraltro, la realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile sanciti dall’Agenda 2030 dell’ONU non può prescindere dal coinvolgimento diretto delle imprese e da un loro forte impegno nella conduzione di interventi economici responsabili e sostenibili a livello regionale ed internazionale.
Continua a leggere

Newsletter n. 11/12 novembre - dicembre 2016

prima pagina newsletter dicembre 2016 In questo numero, in evidenza:
ICC ottiene lo Status di Osservatore presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite
Attività delle Commissioni ICC e ICC Italia
Calendario dei prossimi Seminari ICC Italia, tra cui segnaliamo il Master Breve in Operazioni Documentarie Leggi la newsletter

I benefici economici del business sostenibile

planisfero foglie verdi gennaio 2017 -La Camera di Commercio Internazionale sostiene e promuove il rapporto “Better Business, Better World” della Commissione Business and Sustainable Development (BSDC), che rivela che i modelli di business sostenibile possono ingenerare una crescita economica per un valore di oltre 12 mila miliardi di dollari e creare 380 milioni di posti di lavoro entro il 2030.
Continua a leggere

2017 - 2016 - 2015 - 2014/1 - 2014 - 2013










  ICC Italia Notizie
  
  Archivio Newsletter

ICC IS NETWORKING
  
  




ICC Italia non è responsabile dei danni derivanti dall'uso del sito e/o delle informazioni in esso contenuti, o derivanti da inadempimento contrattuale, ivi inclusi, a titolo esemplicativo, mancata adeguatezza o accuratezza delle informazioni o derivanti dall'uso di qualsiasi altra informazione contenuta in altri siti, sia attraverso citazione diretta che collegamenti ipertestuali.
Partita IVA 01017671007 - Codice Fiscale 01863550586