Home|Mappa del sito |Pubblicazioni

Home > Notizie > ICC Taxation Commission Meeting



ICC Commission on Customs and Trade Facilitation (Parigi, 9-10 novembre 2017)
di Sara Armella (Armella & Associati Studio Legale e Tributario; Delegato ICC Italia
nella ICC Commission on Customs and Trade Facilitation))

ICC Taxation Commission Meeting<br /> (Ginevra, 20 ottobre 2017)


Novembre 2017 - Il 9 e 10 novembre 2017 si è tenuto a Parigi, presso la sede della Camera di Commercio Internazionale (ICC), il meeting della ICC Commission on Customs and Trade Facilitation.

Discussione sul codice doganale dell’Unione e sui futuri cambiamenti in Europa
E’ intervenuto Jean-Michel Thillier, Chef de service, Direction Génerale des Douanes ed Droits Indirects, in merito ai più recenti sviluppi del codice doganale dell’Unione e ai futuri cambiamenti in Europa, tra cui la Brexit.

Tra le innovazioni più significative del nuovo codice doganale dell’Unione, in vigore dal 1° maggio 2016, vi è la centralità della figura dell’Aeo. In Francia gli Authorized Economic Operators sono 1700.

Uno degli aspetti più attraenti per le imprese Aeo concerne la consistente riduzione o l’esonero dalla garanzia e la possibilità di movimentazione di merci da un magazzino temporaneo da uno stato membro a un altro stato membro senza necessità di autorizzazione.
L’Aeo non è collegato alle sole procedure doganali, ma interessa ogni impresa che interviene nella manipolazione o nel confezionamento dei beni senza mai fare operazioni doganali, come un tassello di una più ampia supply chain: per questi operatori è stato pensato l’Aeo – security.
Tra i processi che devono essere opportunamente analizzati dagli Aeo rivestono una particolare delicatezza e attenzione le scelte degli Incoterms.
Il codice doganale dell’Unione si caratterizza per procedure più flessibili in materia di classificazione, origine e valore.
Tra le novità, più utili alle imprese, vi è il principio “one stop shot”, che consente di concentrare in un unico momento e con un unico interlocutore – la Dogana – tutti gli adempimenti connessi al passaggio delle frontiere.
In Francia è stato istituito un Ufficio speciale per i grandi contribuenti, al fine di creare ambiti di specializzazione inerenti la loro peculiare realtà. Jean-Michel Thillier ha sottolineato come l’integrazione non sia finita e come, nel futuro delle dogane europee, potrà esservi l’EU Customs Agency.
Occorre aumentare l’interoperabilità dei sistemi dei singoli stati membri.

E-commerce
Suzanne Devallet, Direction Générale des Douanes et Droits Indirects, ha fornito un aggiornamento sul coinvolgimento dell’ICC nel gruppo di lavoro del WCO per quanto riguarda l’e-commerce e ha sottolineato l’impegno dell’ICC come co-presidente del sottogruppo Revenue Collection.
La tematica riguarda il trasferimento di beni fisici oltrefrontiera e l’ipotesi di mantenere o ampliare la franchigia già prevista in materia di Iva.

Implementazione del WTO Trade Facilitation Agreement (TFA)
Andrew Wilson e Valerie Picard, rispettivamente Director and Deputy Director of Global Communications, hanno fornito un aggiornamento sullo stato di implementazione del TFA all’interno dei singoli stati aderenti.

World Chambers Federation (WCF): questioni di reciproco interesse
E’ stato fornito un aggiornamento in merito alla volontà dell’Unione europea di digitalizzare tutti i documenti doganali, entro il 2020. E’ stata, altresì, espressa la necessità di adeguare i Carnet Ata, al momento cartacei.
Si è discusso sulla responsabilità legale nelle regole di origine e sull’iniziativa, in comune con la WCF, di esplorare problematiche di questo tipo.

Carta dei diritti per gli importatori e gli esportatori
E’ stata presentata una proposta per la creazione di una carta dei diritti per importatori ed esportatori. Tra questi diritti dovranno certamente essere ricompresi il diritto a essere ascoltato e il diritto alla proporzionalità delle sanzioni.
Dopo il TFA ogni paese deve costituire un Comitato nazionale e affrontare la questione delle barriere commerciali e risolverla.
La garanzia bancaria è un problema per gli operatori che non sono multinazionali. E’ essenziale rimuovere tutti gli obblighi finanziari necessari per potere importare; infatti le banche rilasciano prestiti, ma è sufficiente una garanzia assicurativa per tutelare la dogana dal rischio di mancato pagamento dazi.

Valore doganale
E’ stato fornito un aggiornamento sui risultati ottenuti dal Comitato tecnico in materia di valore doganale, novità che includono un report relativo alla 45esima sessione.

Panoramica strategica ICC
Philip Kucharski, Chief Operating Officer, ICC, si è espresso positivamente in merito al rapporto instaurato con il WTO, definendolo come “la relazione migliore tra quelle avute anche con altre organizzazioni internazionali”.
Secondo Kucharski occorre superare la prospettiva di una discussione sui massimi principi della globalizzazione, avendo presente e rimarcando esempi concreti di commercio internazionale e i vantaggi dei minori costi delle procedure doganali, soprattutto per le piccole e medie imprese che possono vendere all’estero.

Elementi di interesse comune a più Commissioni
La ICC Commission on Taxation si è dedicata alla tematica della crescente collaborazione tra amministrazioni fiscali e doganali, la ICC Commission on Commercial Law and Practice si è espressa in merito agli sviluppi degli Incoterms 2020, la ICC Commission on Trade and Investments Policy ha fatto riferimento ai più recenti sviluppi in materia, la ICC Commission on Digital Economy si è occupata delle recenti evoluzioni nell’economia digitale, la ICC Commission on Banking si è concentrata sulle ultime novità nei mercati finanziari, compresa la blockchain, la ICC Commission on Intellectual Property ha affrontato il tema del valore dei beni intangibili in dogana e del diritto di proprietà intellettuale, mentre la ICC Business Action to Stop Counterfeiting and Piracy si è espressa sulle più recenti evoluzioni in materia.

La connettività della Supply chain
C’è stata una discussione in merito alla connettività della Supply chain e al futuro della tecnologia della blockchain nel settore dei trasporti e della logistica.

Valore doganale
Importanti sviluppi della Commissione valore doganale in ambito WCO, si segnalano due opinioni molto importanti: transfer pricing 14.1. il valore di transazione potrebbe essere utilizzato per la determinazione del valore in dogana 14.2. nuovi principi sul transfer pricing e valore doganale.
L’Uruguay ha proposto un argomento di studio sul transfer pricing. Il Canada ha avanzato una proposta in merito alla nozione di “cessione all’esportazione”.
Sono state esposte le future linee guida del WCO sul ruling preventivo (art. 3 TFA) ed è stato chiesto all’ICC di commentarle. Il WCO si sta aggiornando sul transfer pricing e sul valore doganale. E’ stato rivolto un invito al delegato dell’Unione europea: l’accordo sul valore doganale risale agli anni ’70, pertanto, dopo 40 anni, si rende necessaria una discussione che tenga conto dei cambiamenti, tra cui l’e-commerce.

Sensibilizzazione strategica sulla politica di raccomandazioni della ICC
Si è discusso in merito alla dichiarazione dell’ICC sul traffico illecito nelle aree di libero scambio e sugli accordi di mutuo riconoscimento dei programmi AEO. Si è parlato, altresì, dell’uso improprio dei database sul valore doganale per fissare i prezzi di riferimento.

Trattamento doganale di spedizioni di soccorso durante emergenze umanitarie
E’ stato elaborato un documento del gruppo di lavoro coordinato da Megan Giblin e composto da Sara Armella, Cynthia Chandler-Snell, Norm Schenk, Simiso Dlodlo Nolwandle, Lucia Soto, volto a consentire l’esonero dalle autorizzazioni e dal pagamento dei dazi, per quanto è necessario, a seguito di emergenze umanitarie.
WCO Harmonized System Committee (HSC) E’ stato fornito un aggiornamento sulla 60esima sessione e altri recenti sviluppi dell’HSC.

Schemi di garanzie
C’è stata una discussione in merito alla bozza di prospettive dell’ICC nell’uso di schemi di garanzie e in riferimento alla migliore pratica internazionale del “customs bonding”.

Porti terrestri e il transito sotto il TFA del WTO
Si è discusso sullo stato attuale e sui passaggi successivi.

Sviluppi nel settore dei trasporti e della logistica
E’ stato fornito un aggiornamento sulle ultime evoluzioni nel settore dei trasporti e della logistica.

Altre attività
E’ stato proposto lo sviluppo di uno sportello di riferimento per lo sdoganamento dell’Amministrazione doganale. Al fine di semplificare gli scambi transfrontalieri, sono state fornite indicazioni per facilitare l’uso della procedura “return-fill” nel sistema dei container ed è stata, altresì, proposta, la creazione di sinergie con la “Commission policy work” e con il “UN Sustanaible Development Goals”.
Data e luogo del prossimo incontro: Primavera 2018, Buenos Aires

***

Alla riunione ha preso parte anche l’Avv. Caterina Corrado Oliva (Studio Uckmar Associazione Professionale) quale delegato ICC Italia nella ICC Commission on Customs and Trade Facilitation).











  ICC Italia Notizie
  
  Archivio Newsletter

ICC IS NETWORKING
  
  




ICC Italia non è responsabile dei danni derivanti dall'uso del sito e/o delle informazioni in esso contenuti, o derivanti da inadempimento contrattuale, ivi inclusi, a titolo esemplicativo, mancata adeguatezza o accuratezza delle informazioni o derivanti dall'uso di qualsiasi altra informazione contenuta in altri siti, sia attraverso citazione diretta che collegamenti ipertestuali.
Partita IVA 01017671007 - Codice Fiscale 01863550586
ICC Italia - Camera di Commercio Internazionale Sezione italiana