DESCRIZIONE
L’export di macchinari industriali è uno degli elementi portanti dell’economia del nostro Paese e una delle eccellenze del Made in Italy. Tra gli strumenti contrattuali disponibili per gli imprenditori italiani che operano sui mercati esteri vanno annoverati il contratto-tipo ICC (Model International Sale Contract – Manufactured Goods) e le condizioni generali predisposte da Orgalime. Spesso la fornitura si inserisce in un contratto dal contenuto più ampio che si estende alla realizzazione e al montaggio di linee di produzione e impianti industriali. Si tratta dei contratti cd. EPC (engineering procurement construction) e Turn-key (ossia “Chiavi in mano”), tra i quali spiccano il Modello di Contratto ICC, i Contratti-tipo FIDIC e Orgalime SE (Supply/Erection). L’esecuzione di tali contratti è spesso caratterizzata da ritardi, variazioni in corso d’opera, richieste di estensione dei termini e di applicazione di penali; sorgono inoltre con frequenza delicate questioni interpretative legate al richiamo che le parti fanno alle loro condizioni generali di acquisto o vendita e alla necessità di valutare quale sia la disciplina in concreto applicabile. Verrà privilegiato un taglio pratico, con un confronto di esperienze tra relatori e uditorio.

SEDE
Centro Conferenze alla Stanga Piazza Zanellato, 21 Padova

DURATA
17 Aprile 2018 Ore 10.00 – 16.30

DOCENTI
Avv. Claudio PERRELLA Studio Legale Lexjus Sinacta Componente della Commissione CLP di ICC e di ICC Italia; Componente dei Working Groups Consortium & Joint Venture Agreements e Turnkey Contracts.

DESTINATARI

  • Operatori del commercio internazionale
  • Aziende che operano con l’estero
  • Banche e istituzioni private
  • Professionisti, consulenti e funzionari pubblici e privati

Sono stati assegnati 3 CF per gli Avvocati dall’Ordine degli Avvocati di Padova

PROGRAMMA