Il Comitato Esecutivo della ICC Banking Commission ha predisposto un documento di orientamento sull’utilizzo delle Draft nelle operazioni di credito documentario, al fine di offrire una maggiore comprensione di questa prassi ancora ricorrente da parte del mercato. Diversi Comitati Nazionali ICC hanno, infatti, posto il quesito se sia ancora necessario richiedere drafts a fronte della presentazione di qualsiasi credito documentario, sottolineando anche come le tratte a vista in particolare non siano di alcun beneficio per una banca designata o per una banca emittente, nonché come le draft possano essere causa di ulteriori discordanze al momento dell’esame dei documenti. Le Norme sui crediti documentari si sono evolute nel tempo e con esse la prassi relativa alle operazioni documentarie: le drafts non rappresentano più un requisito obbligatorio, se non quando un credito documentario sia disponibile per accettazione, a meno che non vi siano specifiche ragioni di natura commerciale, normativa o legale. La Commissione ICC ha deciso, dunque, di adottare questo documento sull’utilizzo delle drafts, nell’intento di scoraggiare il ricorso ad esse nell’ambito di un credito documentario soggetto alle NUU 600.

ICC Banking Commission – Guidance Paper – The use of drafts (Bills of Exchange) under Documentary Credits