Nell’ottica di una sempre maggiore armonizzazione delle operazioni doganali transfrontaliere, la Commissione ICC Customs & Trade facilitation di Parigi ha predisposto la ICC Charter for Customs and Trade facilitation.

Il documento mira a promuovere una maggiore cooperazione e fiducia reciproca tra operatori e autorità doganali, al fine di sviluppare un sistema mondiale degli scambi inclusivo e dinamico, fondato sulla condivisione di principi quali: correttezza, non discriminazione, legalità, privacy, certezza, semplificazioni, fiducia e confidenzialità, proporzionalità delle sanzioni, già sanciti in accordi internazionali come, ad esempio, il Trade Facilitation Agreement del WTO. Garantire certezza e prevedibilità del diritto e assicurare che legislazioni, regolamentazioni e politiche nazionali in materia doganale rispondano alle necessità collettive sempre in evoluzione degli operatori commerciali sono un importante motore per gli scambi e gli investimenti internazionali.

La ICC Charter for Customs and Trade Facilitation è stata predisposta principalmente ad uso di quei Paesi ancora privi di un codice doganale, ma può essere di spunto per tutti i Paesi, anche quelli europei già dotati di un Codice doganale, quale roadmap per ribadire i principi e i diritti fondamentali e garantire un sistema armonizzato volto alla semplificazione delle operazioni doganali.